Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato
Beverage
LA NORMA IN DISCUSSIONE

2020, l’anno nero della ristorazione. Bellanova rassicura: “Fondi per 600 milioni”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il 2020 è l’anno nero della ristorazione. Il Covid ha causato perdite consistenti sia nel settore del food&beverage che nel turismo: il 62% delle imprese attive nell’alloggio e ristorazione è a rischio chiusura e 800 mila occupati sono a rischio. I dati Istat sull’andamento dell’economia parlano chiaro: occorre un’iniezione di liquidità nel settore che riesca, seppur minimamente, a rialzare le sorti della ristorazione.

Ristorazione, Federalimentare : non solo interventi a pioggia

Ivano Vacondio, presidente di Federalimentare

«Il 2020 è stato l’anno nero anche per il food&beverage. Siamo andati meglio, è vero, rispetto al manufatturiero contenendo le perdite di fatturato a -5% ma le aziende vivono di redditività. E ne stiamo perdendo tanta con la crisi di ristorazione e turismo, per questo chiediamo aiuti a fondo perduto per ristorazione e in generale settore horeca e turismo». Questo l’appello del numero 1 di Federalimentare, Ivano Vacondio, in occasione dell’inaugurazione di Cibus Forum, alle Fiere di Parma. Al governo chiede non solo interventi a pioggia ma il coraggio di fare delle scelte. Il food&beverage durante il semestre della pandemia ha dimostrato la sua forza, con crescite del 7% negli hard discount e nella grande distribuzione.

“C’è bisogno – ha precisato – di almeno 1,5 miliardi di euro se si vuole tenere in piedi l’horeca e il turismo enogastronomico: finanziamenti che in questo caso sarebbero veri e propri investimenti con conseguenze positive su tutta la filiera, dai produttori al consumatore finale, e quindi al Paese con i suoi consumi interni”.

Federalimentare chiama, il Governo risponde: 600 milioni di euro in arrivo

Teresa Bellanova

Intanto il ministro dell’Agricoltura, Teresa Bellanova, durante un incontro con imprese agricole e associazioni di settore, ha fatto sapere che in questi giorni si sta discutendo una norma per porta 600 milioni di euro alla ristorazione. Pizzerie e ristoranti, in sofferenza negli ultimi mesi, potrebbero così ricevere 5 mila euro a fondo perduto “per acquistare prodotti che devono essere esclusivamente made in Italy”.

“Questo – ha aggiunto il ministro – dà una risposta a due problemi: quello dei ristoratori che rischiano di non aprire e dall’altro da una risposta alle imprese agricole dell’agroalimentare, della pesca e dell’acquacoltura che hanno prodotti di eccellenza che vengono consumati soprattutto nei luoghi della ristorazione”.

Federica Raccuglia

Giornalista, nata a Palermo, è capo redattore di Cook Magazine. È social media manager e addetto stampa di alcune importanti realtà turistiche e imprenditoriali. Ha una laurea triennale in “Giornalismo per uffici stampa” e magistrale in “Scienze dell’Informazione, Comunicazione ed Editoria” conseguita all’Università degli Studi di Tor Vergata. Nel 2018 ha pubblicato il saggio “L’uomo del dialogo contro la mafia, la storia di Padre Pino Puglisi” edito da "La Zisa".

Scrivi un commento