Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 1

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 1

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 1
Ristorazione
LA POLEMICA

Pulire i denti con una lasagna, la stravagante idea dello chef Valerio Braschi che ha diviso il web

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Pulireste i vostri denti con una lasagna? Da oggi si può grazie alla “Lasagna 2021”, la lasagna in tubetto dello chef Valerio Braschi. Un’idea stravagante, che prende origine da un ricordo d’infanzia ma che ha anche diviso il web.

Pulire i denti con una lasagna, la stravagante idea dello chef Valerio Braschi

Valerio Braschi

Se si parla di lasagna, sicuramente la prima cosa che viene in mente è un bel piatto con almeno cinque strati di pasta farciti con dell’ottimo ragù. Bene, dimenticate il piatto. La lasagna si può mangiare dal tubetto. Uno come quelli che contengono il dentifricio per pulire i denti, per intenderci.

Non ci avevate pensato, eh? Effettivamente non è una cosa che si vede tutti i giorni. Eppure da oggi è possibile grazie al giovane chef emiliano Valerio Braschi. Nato a Santarcangelo di Romagna, in provincia di Rimini, 23 anni fa, adesso è al timone del “Ristornante 1978” a Roma.

Se volete assaggiare la lasagna in tubetto, è esattamente lì che dovete andare. Beh, sì, bisogna aspettare che finiscano le restrizioni per il contenimento dei contagi di Coronavirus. Una volta passato tutto questo potete ordinarla andando al locale. Si chiama “Lasagna 2021” ed è presentata in un menu degustazione di 10 portate dal costo di 100 euro.

“L’idea – spiega lo chef – nasce da un ricordo di quando da bambino la mattina dopo le feste, appena sveglio, mi lavavo i denti con una bella forchettata di lasagne avanzate in frigo dal giorno prima. Un’abitudine che ho mantenuto ancora oggi. Un bellissimo ricordo che ho deciso di riproporre in maniera esplicita”.

Il piatto proposto si presenta con un tubetto, simile a quello del dentifricio, nel quale è presente una crema di lasagna da mettere su uno spazzolino di pasta all’uovo e brodo di parmigiano da bere alla fine della degustazione.

La trasformazione che divide il web: “questa volta è troppo”

“La trasformazione totale di un grande classico italiano”, dice ancora lo chef. E in effetti a qualcuno l’idea non è andata giù. Vada per le rivisitazioni, ma qui c’è stata una vera e propria trasformazione. Gli italiani poi, si sa, sono molto gelosi dei loro piatti tradizionali e qui è stata rivoluzionata addirittura la lasagna.

Se, infatti, da un lato qualcuno tesse lodi “al genio”, dall’altro c’è chi storce il naso. Lo spazzolino di pasta d’uovo sembra troppo piccolo se rapportato al contenuto del tubetto. Inoltre per molti il brodo di parmigiano non ha un aspetto invitante. Qualcun altro, ancora, ci scherza su chiedendo se il brodo va usato alla fine come “collutorio” Lo chef si difende rispondendo che i limiti sono fatti per essere superati, ma questa volta sembra proprio che sia andato troppo oltre.

Immagini dalla pagina Facebook di Valerio Braschi

Rosanna Pasta

La passione per la scrittura è nata con la lettura, così ho deciso di specializzarmi in Editoria e scrittura all’Università degli studi di Roma “La Sapienza”. Quando sono rientrata a Palermo, mi sono imbattuta quasi per caso nella scrittura giornalistica tramite alcune collaborazioni e adesso non posso più farne a meno. Ammiro chi sa cucinare e abbinare profumi e sapori, un giorno imparerò pure io, intanto mi diletto a raccontarvi le loro opere.

Scrivi un commento