Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2
News
CONSIGLI

Come cucinare il filetto di tonno fresco, 3 modi facili e gustosi

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Il filetto di tonno fresco ha una carne ricca di gusto e si presta a numerose ricette, ottime per stupire i vostri commensali. Se vi state chiedendo come cucinare il filetto di tonno fresco, oggi vi forniamo alcuni suggerimenti.

Il tonno fresco ha un colore rosso vivo e intenso. E’ un’ottima soluzione per portate a tavola piatti ricchi di gusto e d’effetto. Inoltre, il tonno rosso non ha bisogno di essere lavato sotto l’acqua corrente, vi basterà portarlo a casa e cucinarlo. Ricordate che il filetto di tonno non vuole cuocere molto, altrimenti la carne rischia di risultare stopposa.

Trancio di tonno in crosta di patate, come si cucina

Volete portare a tavola un piatto dal sicuro effetto per sorprendere i vostri commensali? Ecco come cucinare il trancio di tonno in crosta di patate.

Considerando un filetto di tonno da 1Kg, grattugiate 400 gr i patate precedentemente lavate, sbucciate e asciugate. Lasciatele in acqua ghiacciata per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo, scolatele e lasciatele asciugare su un canovaccio. Preparate intanto un condimento fatto con rosmarino e cipolla e unitelo alle patate.

Adagiate il tonno su una pirofila unta di olio e copritelo con le patate compattando bene con le mani. Condite con un filo di olio e sale e pepe a vostro piacere. Infornate a 180° per 15 minuti e poi passate alla funzione grill per 5 minuti per far risultare le patate dorate e croccanti. Servite tagliando a fettine e buon appetito.

Come cucinare il filetto di tonno in padella

Se non vi va di accendere il forno, avete altre alternative. Vediamo adesso come cucinare il filetto di tonno in padella.

Vi basterà infarinarlo leggermente prima di cuocerlo in una padella dai bordi alti rovente con un filo di olio extravergine di oliva e uno spicchio di aglio e fatelo rosolare su entrambi i lati a fiamma bassa. Otterrete, in questo modo, una crosticina che esalterà il gusto della carne. Sfumate poi con un po’ di vino bianco, coprite e fate cuocere per circa 10 minuti rigirando ogni tanto le fettine.

Potete rendere il tutto più gustoso, aggiungendo in padella un trito di erbe a vostro piacimento, dal rosmarino al timo, dal prezzemolo al basilico, alla salvia. Una volta pronto, servite il pesce in un piatto da portata precedentemente riscaldato.

La tartare di tonno fresco

E adesso viene il bello per chi non ama cucinare e preferisce i sapori della cucina orientale. Vediamo come preparare la tartare di tonno fresco.

Per prima cosa, tagliate il filetto a fette non troppo spesse, riducetele a striscioline e poi a cubetti. Condite con spezie e aromi. Potete usare, per esempio, zenzero fresco, sale, olio, succo di lime e di arancia. Unite il tutto e mescolate. Se lo gradite, potete aggiungere un cipollotto tagliato sottilmente e qualche goccia di salsa di soia. Emulsionate e lasciate riposare.

Per impiattare, aiutatevi con un coppapasta e pressate bene. Servite con un’insalata e condite con l’emulsione rimasta.

La passione per la scrittura è nata con la lettura, così ho deciso di specializzarmi in Editoria e scrittura all’Università degli studi di Roma “La Sapienza”. Quando sono rientrata a Palermo, mi sono imbattuta quasi per caso nella scrittura giornalistica tramite alcune collaborazioni e adesso non posso più farne a meno. Ammiro chi sa cucinare e abbinare profumi e sapori, un giorno imparerò pure io, intanto mi diletto a raccontarvi le loro opere.

Scrivi un commento