Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2
Chef
LIBRI

“Io non ci sto”, lo chef Natale Giunta presenta il suo libro: “Ho sfidato la mafia per amore della mia terra”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Si apre con una frase di Giovanni Falcone il primo libro dello chef Natale Giunta, “Io non ci sto”, edito da Rai Libri, e scritto con la giornalista Angelica Amodei.

Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell’esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell’amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il proprio dovere“. Doveri che Natale Giunta ha svolto non solo per se stesso, sfidando con coraggio la mafia e le intimidazioni, ma anche per la società, invogliando tanti ristoratori e tanti imprenditori a fare lo stesso: denunciare, denunciare e denunciare.

In quest’ultimo difficile anno di pandemia, Natale Giunta, ristoratore e chef di fama internazionale, si è reinventato e ha trovato una strada alternativa per non andare a fondo. Il suo ristorante si è quasi “trasferito” online, il suo shop online ha consentito a tanti di conoscere la sua cucina e il delivery è stato potenziato per rendere il servizio ancora più ampio e completo.

Che fosse un uomo dotato di tempra e coraggio, d’altronde, lo aveva già dimostrato diversi anni fa, nel 2012, quando ha denunciato i mafiosi che erano venuti a chiedergli il pizzo. Lui si è rifiutato di pagare, “perché il permesso di aprire un ristorante va chiesto allo Stato e non alla mafia”, ed è andato a denunciarli. Alla denuncia sono seguite quindi le intimidazioni, e anche quando i suoi estorsori sono stati arrestati, le minacce non si sono esaurite, tanto che Giunta è stato messo sotto scorta. La sua storia è quella di un uomo che ha reagito, che non si è arreso al ricatto della malavita e ha continuato a fare il suo lavoro, nella sua terra, una terra difficile, che solo grazie a persone che come lui non chinano il capo di fronte alle ingiustizie può nutrire la speranza di sconfiggere la mafia.

Dalla paura alla sfida

“Io dovevo fare il mio dovere. Non volevo avere paura, ma avevo paura. Per la prima volta nella mia vita. “Vedrai che tra poco cambierai idea”, mi avevano detto quella maledetta mattina. Mai, neanche per un solo istante, ho pensato di farlo”.

Il filo rosso che ripercorre il suo libro, soprattutto nella prima parte, è la paura. Una paura che lo ha accompagnato a lungo, fino a quando non si è trasformata in forza. “Sì, inizialmente avevo paura, non potevo fare una passeggiata, la sicurezza era fondamentale – ha raccontato Giunta oggi in conferenza stampa – Nel momento migliore della mia attività ho anche pensato di mollare tutto ma ho avuto la testa dura e sono riuscito a rimanere qui, nella mia terra”.

Ma dopo il sentimento di paura si trasformato in altro: “Oggi per me è più una sfida. Per 8-9 anni non ho potuto frequentare i mercati rionali, perchè mi era vietato.  Da un anno a questa parte vado a fare la spesa lì e riscontro grande vicinanza e rispetto da parte di tutti”.

“Io non ci sto”, di Natale Giunta con la giornalista Angelica Amodei, edito da Rai Libri, è in vendita nelle librerie e negli store digitali da giovedì 18 marzo.

Chi è Natale Giunta

Natale Giunta è uno chef e un ristoratore di fama internazionale. Ha aperto il suo primo ristorante di alta cucina a 21 anni, e ne sono seguiti molti altri. Ha partecipato, guadagnando numerosi premi, a diversi campionati di cucina e dal 2005 ha iniziato a collaborare con la Rai, come ospite fisso della “Prova del Cuoco”. Alcune delle sue più caratteristiche ricette sono comprese nel volume Buonissimo! (Rai Libri, 2019), del quale è coautore. Per la stagione 2020/2021 fa parte del cast di “Detto Fatto” su Rai2.

Angelica Amodei, classe 1976 è giornalista, scrittrice e autrice tv. È esperta di food, salute e benessere.

Link per l’acquisto del libro

Foto di Pucci Scafidi

Federica Raccuglia

Giornalista, nata a Palermo, è capo redattore di Cook Magazine. È social media manager e addetto stampa di alcune importanti realtà turistiche e imprenditoriali. Ha una laurea triennale in “Giornalismo per uffici stampa” e magistrale in “Scienze dell’Informazione, Comunicazione ed Editoria” conseguita all’Università degli Studi di Tor Vergata. Nel 2018 ha pubblicato il saggio “L’uomo del dialogo contro la mafia, la storia di Padre Pino Puglisi” edito da "La Zisa".

Scrivi un commento