Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2
Ristorazione
NOVITÀ

Gusto contemporaneo e design elegante, a Messina apre il ristorante “Letrevì” firmato dallo chef Paolo Romeo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

In un momento così complesso per il Paese, c’è chi decide di investire dimostrando grande amore per il proprio territorio. Siamo a Messina, nel cuore del centro storico, in una delle arterie principali della città. La novità si chiama Letrevì ed è il nuovo ristorante che porta la firma dello chef Paolo Romeo. Non uno nome nuovo nell’isola, anzi il contrario. Lo chef messinese, infatti, si è fatto conoscere per aver vinto l’edizione 2017 del Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo e fa parte dell’associazione Charming Italian Chef, contenitore di nomi di livello della cucina italiana. Romeo, messinese, classe 1978, torna in Sicilia dopo un lungo periodo trascorso tra Carpi e Genova, dove ha avuto modo di esprimere il suo estro creativo in cucina.

A Messina il nuovo ristorante Letrevì firmato da Paolo Romeo

Lo chef ha espresso profondo attaccamento alla sua isola, motivo per il quale ha scelto di ritornare: “Sono felice di ripartire dalla mia città – ha commentato Paolo Romeo -. Mi sono fatto apprezzare fuori dalla Sicilia, ho lavorato benissimo a Carpi e Genova ma Messina resta la mia città e la amo profondamente. È qui che voglio stare, insieme alla mia famiglia, e ho colto con entusiasmo la proposta di entrare a far parte della società. Abbiamo lavorato molto su questa idea che finalmente, nonostante la pandemia, è diventata realtà. Letrevì da oggi è la mia seconda casa”.

Ad assecondarlo in questa scelta lavorativa l’imprenditrice Antonella Ruggeri, già proprietaria di diversi locali in città.

“Abbiamo scelto Paolo Romeo – spiega l’imprenditrice – perché è un messinese che crede nel suo territorio e si è voluto mettere in gioco nella sua città anziché portare le sue potenzialità fuori, dove già aveva vinto. Paolo a Messina ha le sue radici ed è qui che deve rimanere. Per questa ragione Letrevì gli darà la possibilità di esprimersi al meglio, dando lustro alla città”.

“Isola”: Bavarese al pistacchio, salsa all’arancia, caramello, cioccolato bianco

Letrevì non è solo ristorazione di qualità. A fianco del ristorante è presente l’elegante cocktail bar Le3V dove si potranno gustare i cocktail del bartender Marco Romano. “La nostra idea – spiega il direttore responsabile del cocktail bar Gabriele Arcovito – è di proporci al mercato con un’offerta interessante. Oltre a un’ampia selezione di vini, abbiamo puntato su grandissima varietà di etichette di distillati e su una proposta culinaria in cui oltre ai taglieri di salumi e formaggi siciliani, si potranno gustare le sfiziose specialità dello chef Romeo, dalle tapas di pesce crudo e cotto alla nuova pizza al padellino 3V.0 con ingredienti siciliani, alla focaccia genovese ripiena di mortadella siciliana e limone Interdonato IGP di Sicilia”.

Non solo ristorazione: ecco il cocktail bar Le3V

Ristorante e cocktail bar dialogheranno, grazie alla cucina di Romeo, ma hanno due ingressi separati. Il primo affaccia su via I settembre, al secondo si accede da via Garibaldi. Il nome “Letrevì” infatti è stato scelto perché il nuovo locale si affaccia appunto su tre vie, Garibaldi, I settembre e Cratemene, mentre il logo a tre punte richiama la Sicilia. “Nel nostro ristorante – ha spiegato ancora Antonella Ruggeri – vogliamo esaltare la Sicilia a tutto tondo, non solo in cucina. Negli arredi infatti si ritrovano forti richiami simbolici alla nostra terra, con ceramiche e teste di moro siciliane”.

Con la Sicilia in zona gialla, ristorante e cocktail bar resteranno aperti tutti i giorni, per pranzi e aperitivi fino alle ore 18.00, ad esclusione del lunedì. Eccezion fatta per il prossimo lunedì 8 marzo in cui il locale resterà aperto per celebrare la giornata dedicata alle donne.

Giornalista, nata a Palermo, è capo redattore di Cook Magazine. È social media manager e addetto stampa di alcune importanti realtà turistiche e imprenditoriali. Ha una laurea triennale in “Giornalismo per uffici stampa” e magistrale in “Scienze dell’Informazione, Comunicazione ed Editoria” conseguita all’Università degli Studi di Tor Vergata. Nel 2018 ha pubblicato il saggio “L’uomo del dialogo contro la mafia, la storia di Padre Pino Puglisi” edito da "La Zisa".

Scrivi un commento