Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato
Locali
LA RECENSIONE

Il nuovo menu del Ristorante “KM0” di Catania: nei piatti dei fratelli Cannizzaro eccellenze e stagionalità

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

In un periodo così incerto la volontà di rinnovarsi è una spinta necessaria e coraggiosa per le aziende italiane. Su questa scia il Ristorante KM0 di Catania, oggi mercoledì 7 ottobre, presenta il nuovo menù autunnale, ricco di sapori, di territorio e di abbinamenti sorprendenti. Per chi già non lo conoscesse, il Ristorante KM0 è stato il vincitore, nel 2016, a soli due anni dall’apertura, del programma “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese come “Miglior Ristorante Under 30 di Catania“.

Il Ristorante dei Fratelli Marco e Fabio Cannizzaro, che si trova in via Antonio Longo 26, a Catania,  propone una cucina essenziale dove le protagoniste sono le eccellenze del territorio.

Oltre ad un menù che segue la stagionalità e caratterizzato dall’accostamento di sapori insospettabili, anche vino e olio non sono da meno. Particolare attenzione è dedicata alla ricerca delle migliori produzioni siciliane, in primis, a fianco di eccellenze italiane e straniere.

Nella bottega in cui il nonno forgiava il metallo, i fratelli Cannizzaro hanno, quindi, realizzato il sogno di conciliare stagionalità, territorio, ricercatezza e qualità in una proposta culinaria rivolta ai gourmand, gli amanti del mangiar bene e sano, alla ricerca della gioia dei sensi attraverso cibo.

IL NUOVO MENÙ

Lo chef Marco Cannizzaro, affiancato in sala dal fratello Fabio e dal resto della squadra, ogni tre mesi propone un nuovo menù per un’esperienza culinaria unica, genuina e sempre diversa.

Per la stagione autunnale, ecco alcuni dei piatti che troverete nel menù: fra gli antipasti triglie asparagi e cardoncelli, polpo e broccoli alla pizzaiola; Risotto carnaroli al cavolo trunzo di Aci (Presidio slow food) e Tortellini in brodo di gallina vecchia, ragusano e limone fra i primi; trancio di cernia bianca, sedano rapa e prezzemolo, coniglio melanzane affumicate e lamponi fra i secondi.

Tra i must dello chef non possiamo che nominare la degustazione di pane e olio locale e secondo stagione la tartare di gambero rosso, kiwi e sedano, la cipolla rossa con cuore di capra girgentana su crema di fragole e gli spaghetti ai ricci con ricotta di bufala.

In occasione della presentazione del menù autunnale, hanno accompagnato le portate i vini delle Tenute Mannino di Plachi, dei I Custodi delle vigne dell’Etna e dell’azienda Benanti.

Per un’esperienza ricca di sensazioni e in piena filosofia KM0, il ristorante propone un menù degustazione accompagnato da una selezione di vini – dalle circa 400 referenze della cantina –  su suggerimento del resident Sommelier Salvatore Lo Nigro.

 

Veronica Laguardia

Appassionata sostenitrice del mondo del vino. Attraverso la sua agenzia, Cru Vision, si dedica alla formazione aziendale e alla comunicazione per il settore enogastronomico. È la responsabile sezione vino di Cook Magazine e scrive sul suo blog Sicilianwinegirl di storie di vini, vignaioli e territori che le fanno brillare gli occhi e le riempiono il cuore.

Scrivi un commento