Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato
Tortino al cioccolato

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2

Rivista Cook Magazine - Anno 2 - Numero 2
Bartending&Spirits
L'INTERVISTA

Viaggio nella mixology con il bartender Roberto Davì: due cocktail da provare questa estate

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr

Dopo un periodo di stop causato dalla pandemia, anche il settore della ristorazione è ripartito. A Messina, a pochi passi dal centro, il ristorante “Toro Nero” ha riaperto i battenti con un serie di novità. Tra queste l’arrivo del nuovo barman Roberto Davì, membro dell’Abi Professional Sicilia. Dopo una lunga esperienza al Therasia Resort & Spa, struttura alberghiera 5 stelle lusso a Vulcano, Davì è tornato nella sua città natale per una nuova collaborazione. Al “Toro Nero” di Messina proporrà un menu degustazione con drink pairing insieme allo chef Salvatore Paladino: una food experience innovativa e particolarmente amata dai giovani.

Da Messina a Vulcano e poi di nuovo il ritorno alla base…cosa è successo in questi ultimi anni?

“Diciamo che Vulcano è diventata un po’ la mia seconda casa, dove sono riuscito a fare della mia passione una professione – racconta Roberto – A Messina ho avuto la possibilità di affiancare grandi barman al quale devo tanto e hanno creduto in me. In seguito, per accrescere il mio bagaglio culturale, sono partito per Milano dove ho seguito un Master Food & beverage manager presso l’Italian food Academy. Poi la chiamata al Therasia, grazie a un grande amico e professionista Giuseppe Fiorito, con cui ho collaborato nel 2019 e nel 2020″.

Ma adesso è il momento di pensare al presente.

“Per me ogni nuovo inizio è una nuova scommessa. Quest’anno avrò modo di lavorare per il “Toro Nero” di Messina, con l’obiettivo di esprimere al massimo le mie conoscenze e potenzialità. Questo periodo di pandemia credo che sia stato un modo, soprattutto per chi lavora nel mondo della ristorazione, per approfondire e elaborare nuove ricette. Il mondo della mixology si è notevolmente evoluto negli ultimi anni, diventando sempre più complesso, quasi alla pari della cucina e della sommellerie”.

Quali sono i drink che ti rappresentano e che proporrai ai tuoi clienti questa estate? 
“Il mio drink rappresentativo è nato proprio poco tempo fa. Durante una gara regionale organizzata dall’ABI Professional, ho proposto un abbinamento particolare, ovvero pesca e malvasia. Un altro mio cavallo di battaglia che andrò a proporre è il tartufino che già l’anno scorso al ristorante vegetariano Tenerumi ho affiancato a un piatto dello chef, il “Black egg” che aveva tra gli ingredienti più caratteristici una maionese al tartufo. Ho creato dunque un sciroppo al tartufo, così da accostare al piatto un drink all’altezza”.

I due drink ideati da Roberto Davì: le ricette

Nome del drink: Tartufo e zenzero

•Infuso al tartufo 1cl,
• Succo lime 1cl,
• Vodka 2 cl,
• ginger beer.

Viene frequentemente servito con sale sul bordo del bicchiere.

Nome del drink: Pasqualino Settebellezze
• Malvasia delle lipari 3cl;
• Vodka Belvedere 2cl;
• succo arancia 2cl;
• succo pesca 2 cl;
• albume d’uovo 1cl;

Decorazione:
Fiori di ibisco secchi, sesamo nero e ramoscello di alloro. Il tutto servito in un piatto di pietra lavica nero.

Scrivi un commento